Palio delle Contrade fermato dal Coronavirus

Razzolini: “Decisione sofferta, non ci sono i presupposti per garantire la sicurezza di tutti”

Valdobbiadene, 05/05/2020

A Valdobbiadene l’emergenza epidemiologica da Covid-19 ferma anche il Palio delle Contrade, la tradizionale manifestazione estiva in stile “giochi senza frontiere” prevista per i prossimi 3 e 4 luglio 2020. 

La decisione sofferta è stata presa nei giorni scorsi dalla presidente dell’associazione Palio, Silvia Biasin, insieme ai 12 capi contrada: la 20esima edizione dell’evento non si svolgerà. Intanto la statuetta lignea simbolo del Palio resterà temporaneamente tra le braccia della contrada di San Pietro di Barbozza, vincitrice dell’edizione 2019.

Non sono bastati l’impegno organizzativo e la speranza di un ritorno alla normalità per l’estate. Nonostante l’avvio della “Fase 2”, infatti, resta ancora troppo lontano il via libera agli assembramenti che eventi e manifestazioni di piazza come il Palio comportano. E una festa che in due serate coinvolge circa 250 concorrenti e raduna un migliaio di spettatori rappresenta ad oggi un rischio eccessivo.

Una decisione sofferta

“Abbiamo sperato fino all’ultimo – spiega la presidente Silvia Biasin – di poter realizzare la 20esima edizione del nostro Palio delle Contrade, senza fermarne l’organizzazione, anche perchè avremmo voluto dare un segnale di ripartenza per tutta la comunità e in particolare per i commercianti e gli esercenti che ci hanno sempre sostenuto. Non possiamo però permettere che il Palio rischi di mettere a repentaglio la salute dei concorrenti e quella di tutti. Con fiducia arricchiremo l’edizione del 2021 per celebrare un grande 20esimo compleanno della nostra manifestazione”.

“Dispiace per la decisione davvero sofferta – dichiara il vicesindaco del Comune di Valdobbiadene, Tommaso Razzolini – ma al momento non è possibile pensare ad un scelta alternativa. Per la portata dell’evento, il numero di presenze e i contatti fisici dei giochi non ci sono i presupposti per garantire la sicurezza di tutti”.

“Desidero ringraziare la presidente dell’associazione Palio, Silvia Biasin – aggiunge il vicesindaco Razzolini – e il consigliere comunale Anna Vettoretti per l’impegno organizzativo, e con loro i 12 capi contrada: sono certo che già dal prossimo anno ripartiremo alla grande per celebrare una splendida 20esima edizione”.

Segui i Comunicati Stampa

Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook